oggi Martedì, 26 Set 2017
->     Home LAGEV
Primo Piano
La LAGEV
Lagev - Libera Associazione Genitori ed Emofilici del Veneto - Antonio Valiante -
La L.A.G.E.V., la cui sigla significa Libera Associazione Genitori ed Emofilici del Veneto - "Antonio Valiante -" ", è un' associazione, senza scopi di lucro, regolarmente iscritta al Registro Regionale del Volontariato (prot. 7211/206.42 class.: TV 0159 L.R. 30.08.1993 n° 40 art. 4).

Nata circa 20 anni fa per volere di alcuni Genitori di emofilici, ed emofilici stessi, ricoverati presso il Centro per la cura dell'emofilia di Castelfranco Veneto (TV).

Lo scopo principale che la LAGEV si è da sempre prefissato, è quello di migliorare la qualità della vita di ogni emofilico e dei suoi famigliari, aiutandolo nelle sue esigenze ospedaliere e della vita di tutti i giorni.

Lagev - Libera Associazione Genitori ed Emofilici del Veneto - Antonio Valiante -
Il primo presidente e' stato il rag. Renato Taschetti che ci ha lasciati da qualche mese e a cui va il nostro più sentito ringraziamento per essersi prodigato al fianco del prof. Traldi, in mille battaglie a favore degli emofilici.

La serietà, l'onestà ,l'intelligenza con cui ha lavorato, la sua volontà la sua generosità sono stati determinanti per la costruzione di ciò che per noi oggi è così prezioso come il Centro e la Lagev.

Il Prof. A. Traldi Racconta:
"Ho conosciuto il Rag. Renato Taschetti nel 1968 o, forse nel 1969 (con precisione non ricordo). Diventammo amici perchè aveva, per motivazioni diverse, un comune interesse: le Emofilie.
Per loro, le emofilie, era necessaria un'assistenza ospedaliera la più organizzata possibile, comprensiva di degenza, assistenza, produzione di plasma derivati pre-coagulanti, ottenuti da donatori di sangue volontari (AVIS) e periodici.

Non avevamo nulla, anzi per iniziare quel programma dovevamo rinunciare io all'Università dove ero da 20 anni già assistente ordinario) e lui a quel riposo già scarso che lavoro e famiglia gli concedevano.
La prima scelta cadde su di un'ospedale in provincia di Modena, che risultò infelice per l'inutile spreco di energie e di tempo.

Bisognava superare quel triste momento e s'incominciò per trovare un'altra sede, a macinare chilometri verso est, ovest, e nord e ad bussare a porte politiche che non si aprivano mai.
Il Ragioniere m'incoraggiava ed io continuavo forte solo della sua amicizia.
Mi sovvenne un giorno di avere, mesi prima od un anno, incontrato un uomo dal cappello nero a tesa larga, un po' sbilenco sul capo, e riemerse dai ricordi il suo nome: Domenico Sartor, trevigiano.
Iniziò l'esodo dall'ospedale Emiliano. Renato Taschetti fece anche il facchino ma era felice perchè si approdava al suo Veneto. A Castelfranco Veneto il Rag. Renato Taschetti fondò la "LAGEV" e, via via nel tempo, le consegnò un centro anti-emofilico efficace, sicuro ed autosufficente.
Ai fatti non si aggiungono parole.

La memoria di quest'uomo di grande civiltà resta fondamentale ed indispensabile per gli Emofilici attuali e futuri.
E' un monito."
 

FedEmo

Comitato 210/10

NewsLetter

Newsletter